Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito é impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies.

NIENTE ACQUA DAL RUBINETTO? FORSE DEVI SCONGELARE I TUBI GHIACCIATI

NIENTE ACQUA DAL RUBINETTO? FORSE DEVI SCONGELARE I TUBI GHIACCIATI

Vuoi farti un bel bagno caldo dopo una giornata pesante ma non esce acqua dal rubinetto? Niente panico! Potresti dover scongelare uno dei tubi ghiacciati e noi ti aiutiamo a farlo. Scopri come.

Sei appena arrivato a casa dopo una giornata di lavoro impegnativa e non vedi l’ora di rilassarti. Lasci alle spalle l’aria gelida e, appena entri, ti accoglie un tepore gradevole. Già pregusti l’idea di immergerti in un bagno rilassante in cui ti lasci avvolgere da una nuvola di schiuma profumata. Tiri fuori un morbido accappatoio, disponi le candele accese, prendi il bagnoschiuma e appoggi sul bordo vasca il tuo libro preferito o il tablet. Apri il rubinetto e… l’acqua non esce!

Accantona per un momento il bagno e opta per una più rapida doccia magari da un vicino di casa. Se l’acqua non esce dal rubinetto, è molto probabile che si tratti di un problema di tubature dell’acqua ghiacciate. Vediamo ora quali sono gli accorgimenti per individuare e risolvere questo fastidioso problema.

 

Come individuare i tubi ghiacciati

Perché i tubi ghiacciati costituiscono un problema (soprattutto nelle zone montane o in prossimità) e li devi trovare? Il ghiaccio all’interno delle tubature esercita una pressione molto forte verso le pareti dei tubi provocandone la rottura. Il disagio che si crea non riguarda semplicemente una temporanea mancanza di acqua, dovuta al blocco temporaneo, ma costituisce un danno strutturale che può arrivare a costare migliaia di euro.

Per trovare le tubature ghiacciate cosa devi fare? Apri tutti i rubinetti di casa per vedere se il problema è localizzato in un punto specifico. Potresti individuare il tratto tra due rubinetti da cui in uno non esce l’acqua e dall’altro sì e restringere così il problema. Apri anche quelli bloccati per allentare la pressione e quelli in soffitta e cantina o vicini a zone dove c’è una presa d’aria.

Rivolgi la tua attenzione ai rubinetti collocati nella zona perimetrale esterna della casa. Dovrebbero essere quelli più predisposti a sopportare le basse temperature grazie alla coibentazione dei tubi dell’acqua fredda, ovvero a una copertura in lana di roccia o poliuretano che li avvolge completamente. Se questo lavoro non è stato fatto, sono soggetti a ghiacciarsi quando il clima si fa particolarmente rigido.

Osserva con attenzione questi tubi e verifica che non ci siano crepe o perdite (in tal caso chiudi subito il rubinetto l’acqua centrale). Per sentire la presenza di ghiaccio è sufficiente toccarli con la mano oppure picchiettarne la superficie e sentire se fanno un rumore più sordo in alcuni punti.

Come scongelare i tubi ghiacciati

Una volta individuati i tubi ghiacciati, è necessario sciogliere il ghiaccio al loro interno. Per scongelare i tubi ghiacciati visibili all’esterno si può utilizzare un phon facendo attenzione a rivolgere l’aria a tutta la lunghezza del tubo, avvolgerli a spirale con un cavo scaldante per tubi dell’acqua oppure con un asciugamano caldo ben strizzato, infine versare un po’ di sale nello scolo delle tubature che favorisce lo scioglimento del ghiaccio (come quando si getta sulle strade).

Qualora i tubi siano interni alle mura, puoi alzare la temperatura del riscaldamento tra i 24 e 27 gradi, con l’accortezza di aprire sportelli dei pensili e porte degli armadi per favore la circolazione dell’aria calda. Puoi posizionare una stufetta che insuffla aria calda nella presa d’aria oppure, soluzione più impegnativa e invasiva, fare un foro nel muro per arrivare al tubo congelato e poi applicare i consigli di cui abbiamo appena parlato.

 

Prevenire è meglio che scongelare

Se vuoi godere dell’acqua corrente senza problemi durante l’inverno, soprattutto se abiti in zone soggette a frequenti ghiacciate è bene che ti informi se la coibentazione dei tubi dell’acqua fredda, almeno per le tubature esterne, è stata fatta, se la caldaia esterna sul balcone è stata pure coibentata e, in caso contrario, è meglio che tu vi provveda in autunno. Copri anche i rubinetti e le valvole esterne con cartone o gabbiotti e riempi crepe, fessure e intercapedini. Quando la temperatura sta per scendere sotto zero, apri i rubinetti e lascia scorrere un filo d’acqua.

Speriamo con questi suggerimenti di averti aiutato a scongelare i tubi ghiacciati. Nel caso in cui tu non riesca a individuare la tubatura congelata, oppure pensi di dover spaccare un muro, prima di imbarcarti in questa impresa, che potrebbe essere incerta per te e impegnativa per le tue tasche, non esitare a chiamare i nostri idraulici professionisti. Valuteranno il tuo caso facendo un sopralluogo gratuito non solo per gli interventi per le tubature d’acqua ghiacciate, ma anche in caso di:

  • Pronto intervento per case, uffici e negozi
  • Fornitura di sacchi di sale 
  • Servizio spazzaneve 
  • Sgombero neve 
  • Installazione luci, lampadari e mensole

Rivolgiti quindi ai nostri idraulici esperti e richiedi un preventivo gratuito! Ti risponderemo il prima possibile fornendoti tutta l’assistenza necessaria per ripristinare il corretto flusso dell’acqua nella tua casa e lasciarti così immergere nel tanto agognato e meritato bagno ristoratore. 

 
 
 

 

Continua la lettura sul nostro blog e scopri come mantenere la caldaia in forma perfetta prima della stagione fredda.

 


Siamo la prima rete di franchising edilizio in Italia al servizio dell'azienda e del singolo cittadino.