Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito é impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies.
AGEVOLAZIONI FISCALI 2017: RINNOVA E RISPARMIA

La guida al bonus ristrutturazioni 2017: requisiti, vantaggi e come richiederlo!

Devi ristrutturare casa? Per te ci sono ottime notizie! È online sul sito dell’Agenzia delle Entrate la nuova guida 2017 con le ultime novità della legge di bilancio sul bonus fiscale per gli interventi di ristrutturazione edilizia. Ecco il nostro riassunto delle principali novità introdotte:

  • proroga della maggiore detrazione (Irpef) al 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio;

  • nuove regole per la detrazione (Irpef e Ires) delle spese per interventi edilizi antisismici;

  • agevolazioni sull’acquisto del box auto;

  • proroga della detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

 

Ne vuoi sapere di più? Continua a leggere per scoprire, punto per punto, a quali interventi si può applicare il bonus e che vantaggi economici ti può dare nella ristrutturazione della tua casa o del tuo immobile.

 

PROROGATA LA DETRAZIONE DEL 50%

Con la legge di bilancio 2017 arriva la conferma ufficiale del rinnovo del Bonus ristrutturazioni, prorogato fino al 31 dicembre 2017. Un’agevolazione consistente per chi deve ristrutturare casa e che ti garantirà una detrazione Irpef al 50% per un massimo di spesa di 96.000 euro. Ci sarà, insomma, un anno in più per usufruire di questa misura straordinaria. Quella ordinaria, cioè la detrazione standard al 36%, sarà ristabilita infatti a partire dal 1° gennaio 2018.

 

Per che cosa si può richiedere il Bonus ristrutturazioni?

 

  • per le opere di ristrutturazione della propria abitazione e delle parti comuni di edifici residenziali;

  • per il recupero del patrimonio edilizio e del risanamento conservativo;

  • per l’eliminazione di barriere architettoniche;

  • per la ricostruzione di immobili danneggiati da eventi calamitosi.

 

 Per consultare tutti gli interventi disponibili e l’elenco di chi può beneficiare del bonus ti invitiamo comunque a seguire il link che troverai alla fine dell’articolo.

 

LE MISURE ANTISISMICHE

Anche per le spese sostenute per gli interventi di adozione di misure antisismiche la nuova legge ha introdotto alcune novità. In particolare:

 

  • per le misure antisismiche attivate tra il 4 agosto 2013 e 31 dicembre 2016 è riconosciuta una detrazione del 65% per le spese effettuate entro il 31 dicembre 2016;

  • per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 spetta una detrazione del 50%;

  • le detrazioni vanno calcolate su un ammontare complessivo di 96mila euro per unità immobiliare, da ripartire in cinque quote annuali;

  • l’agevolazione fiscale si applica anche agli edifici in zona di basso rischio sismico, ossia la Zona 3.

 

ACQUISTO BOX AUTO: CASI IN CUI RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE

Oltre che per gli interventi di realizzazione di autorimesse e posti auto, la detrazione è usufruibile anche per gli acquirenti di box e posti auto già realizzati. La detrazione, però, spetta solo per le spese sostenute per la realizzazione del box e devono necessariamente essere dimostrate, ad esempio attraverso l’attestazione rilasciata dal venditore.

Un’unica condizione è necessaria: deve esserci un vincolo pertinenziale tra abitazione e box.

 

DETRAZIONI FISCALI MOBILI 2017

Le buone notizie non finiscono qui: anche per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici è possibile richiedere una detrazione Irpef del 50%. Bisogna tenere conto però di alcuni aspetti importanti:

 

  • gli elettrodomestici devono essere almeno di classe A+;

  • l’immobile deve essere comunque oggetto di ristrutturazione;

  • la detrazione è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017, applicabile però solo se la ristrutturazione immobiliare è iniziata in una data non anteriore al 1° gennaio 2017.

 

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2017: DOCUMENTI NECESSARI PER LO SCONTO IRPEF DEL 50%

Vuoi approfittare del Bonus ristrutturazioni 2017 ma non sai di quali documenti hai bisogno? Per poter usufruire dello sconto Irpef al 50% è necessario conservare e presentare i seguenti documenti agli uffici dell’Agenzia delle Entrate:

 

  • domanda di accatastamento se l’immobile non è ancora censito;

  • ricevute di pagamento dell’imposta comunale Ici-Imu;

  • delibera dell’assemblea per l’esecuzione dei lavori (se per parti comuni di edifici residenziali) e tabella millesimale della ripartizione delle spese;

  • dichiarazione di consenso del possessore all’esecuzione dei lavori;

  • concessioni, autorizzazioni allo svolgimento dei lavori o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà indicante data di inizio dei lavori, per attestare che gli interventi rientrino tra quelli agevolabili.

 

Per consultare il testo completo e approfondire i singoli aspetti del decreto, visita la pagina ufficiale del Governo su: Agenzia delle entrate

 


 

  Devi ristrutturare casa? Speed Casa è quello che fa per te.

 Approfitta del bonus ristrutturazioni e contattaci per un preventivo gratuito.

 E se l’articolo ti è stato utile, e potrebbe essere utile ai tuoi amici, condividilo!

 

Ne vuoi sapere di più?

Contattaci subito

 

 

 

 


Siamo la prima rete di franchising edilizio in Italia al servizio dell'azienda e del singolo cittadino.

ULTIME NOVITÀ DAL BLOG